19 Novembre 2020

Il 2021 può essere l’anno della vera ripresa?

La bozza della nuova Legge di Bilancio sembra dire di Sì

Tantissimi i rumors che in questi giorni stanno spopolando circa il rinnovo delle misure a sostegno degli investimenti da parte delle aziende. Il piano Transizione 4.0 è al centro dell’attenzione di tutto il paese: il Governo infatti ha puntato sulla proroga della triade Ricerca, Investimenti e Formazione, con un innalzamento di aliquote e massimali. Ma attenzione: non è tutto oro ciò che luccica!

Le premesse sono buone – soprattutto vista la situazione delicata attuale – ma è sempre bene approfondire e dosare l’entusiasmo.

Nella bozza troviamo infatti tantissime ulteriori misure molto interessanti, che è bene inserire nella propria strategia per il nuovo anno, per ottenere i massimi benefici.

Abbiamo quindi selezionato tutte le misure più vantaggiose per i diversi settori, analizzando pro e contro.

Investimenti

ART. 16. (Erogazione in unica quota del contributo “Nuova Sabatini”)

Viene confermato quanto già sancito dal Decreto Semplificazioni, prevedendo che in caso di finanziamento di importo non superiore a 200.000 euro, il contributo verrà erogato in un’unica soluzione.

ART. 184. (Transizione 4.0 Credito d’imposta per beni strumentali nuovi)

Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Quello che cambia è l’arco temporale di riferimento. Occorre partire da una premessa: a seconda della tempistica di realizzazione/prenotazione dell’investimento, sono riconosciute percentuali differenti.

Si parte infatti dal 16 novembre 2020 e non per forza dal 1 Gennaio 2021.

Cambiano anche le categorie di beni:

  1. beni strumentali materiali diversi da quelli indicati nell’allegato A +  beni strumentali immateriali diversi da quelli indicati nell’allegato B. 

Nel caso in cui gli investimenti avvengano in strumenti e dispositivi tecnologici per la realizzazione in impresa di forme di lavoro agile, allora la misura del credito aumenta al 15% degli investimenti sostenuti.

  • beni strumentali nuovi indicati nell’allegato A
  • beni ricompresi nell’allegato B

Novità: Si considerano agevolabili anche le spese per servizi sostenute in relazione all’utilizzo dei beni dell’allegato B tramite soluzioni di cloud computing, per la quota imputabile per competenza.

Circa gli oneri documentali, viene ribadito l’obbligo di apporre su tutti i documenti inerenti gli investimenti il riferimento normativo.

Gli investimenti in beni strumentali contenuti negli allegati A e B, richiedono alle imprese una perizia asseverata. Solo se i beni hanno un costo unitario inferiore a 300.000 €, è sufficiente una dichiarazione resa dal legale rappresentante.

Credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo, innovazione, ideazione estetica

In questo caso la normativa precedente resta invariata nella sua struttura teorica. Ciò che viene rimodulato sono le aliquote.

Viene inserito l’obbligo di asseverare la relazione tecnica per assicurare maggiore certezza alle imprese sull’ammissibilità delle attività svolte e delle spese sostenute

Credito di imposta Formazione 4.0

Viene esteso fino al 2022 con un ampliamento dei costi ammissibili. Vengono infatti fatte ricomprendere:

  1. le spese di personale relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione;
  2. i costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione, quali le spese di viaggio, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto, l’ammortamento degli strumenti e delle attrezzature per la quota da riferire al loro uso esclusivo per il progetto di formazione. Sono però escluse le spese di alloggio (ad eccezione delle spese di alloggio minime necessarie per i partecipanti che sono lavoratori con disabilità);
  3. i costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione;
  4. le spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette (spese amministrative, locazione, spese generali) per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.

Mezzogiorno

ART. 27. (Agevolazione contributiva per l’occupazione in aree svantaggiate – Decontribuzione Sud)

E’ previsto un esonero nell’arco temporale che va dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021:

  1. in una misura pari al 30 per cento dei complessivi contributi previdenziali versati sino al 31 dicembre 2025;
  2. in una misura pari al 20 per cento dei complessivi contributi previdenziali versati per gli anni 2026 e 2027;
  3. in una misura pari al 10 per cento dei complessivi contributi previdenziali versati per gli anni 2028 e 2029.

ART. 28. (Proroga credito di imposta investimenti nel Mezzogiorno 2022)

Viene prorogato il Bonus Sud fino al 31 dicembre 2022.

ART. 32. (Proroga del credito d’imposta potenziato per le attività di ricerca e sviluppo nelle aree del Mezzogiorno)

Per gli anni 2021 e 2022, nelle regioni di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, viene prorogato il credito d’imposta per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo (e non anche innovazione e design), inclusi i progetti di ricerca e sviluppo in materia di COVID-19.

Creazione di nuovi fondi ed enti

  • ART. 17. (Fondo impresa femminile)
  • ART. 18. (Fondo per le imprese creative)
  • ART. 96. (Fondo Cinema)
  • ART. 104. (Istituto italiano di Cybersicurezza)
  • ART. 183. (Misure di attuazione del Piano nazionale per la ripresa e la resilienza -Istituzione del Fondo RRF)

Ulteriori misure

ART. 194. (Credito d’imposta per l’adeguamento dell’ambiente di lavoro)

Il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro sarà utilizzabile dal 1° gennaio al 30 giugno 2021 e non più fino al 31 dicembre 2021. Entro il 30 giugno 2021 i beneficiari di tale misura agevolativa potranno optare per la cessione del credito d’imposta.

Per avere maggiori informazioni e dettagli sulle misure scarica la nostra guida gratuita al link:

Guida_manovra_bilancio_2021
Iscriviti alla nostra newsletter

Resta aggiornato


Contatta Open

La nostra esperienza al tuo servizio


Scrivici per una consulenza gratuita Chiama e chiedi informazioni