10 Dicembre 2020

Digital e Green: i pilastri incentivanti per il 2021

I principali topic destinatari di risorse il prossimo anno

Impresa 4.0 e green new deal, già introdotti quest’anno, continueranno a trainare gli investimenti italiani anche nel corso del 2021, accanto al percorso di digitalizzazione già intrapreso. Le manovre italiane quindi seguono coerentemente il percorso individuato dall’Unione Europea.

Interessanti gli obiettivi da perseguire ma un unico problema di fondo: le risorse a disposizione per perseguirli davvero. Ma vediamo di quanto parliamo per ogni ambito operativo.

Digital

Nel caso del digital si tratta di circa 49 miliardi, dove la fetta maggiore spetta all’innovazione alla competitività. Ricordiamo inoltre che di queste risorse, ben 28 miliardi sosterranno gli investimenti in beni strumentali.

Un occhio di riguardo anche alla proprietà intellettuale: il regime agevolativo del Patent Box è già stato infatti semplificato nell’ultimo periodo. Si vocifera per il prossimo futuro di un potenziamento della misura.

Rinnovato anche il Piano Banda Ultralarga, che in questo momento sta erogando misure e risorse per i privati e si attende lo step successivo a favore delle imprese.

Attesissimo è il rifinanziamento ormai certo del Fondo 394 a favore di Simest e delle misure di finanziamento agevolato per progetti di internazionalizzazione (fiere, TEM, patrimonializzazione, …).

Green

Per quanto riguarda l’orientamento Green, 74 i miliardi a favore di progetti di efficientamento energetico e mobilità sostenibile.

Tutto questo dovrà “scontrarsi” con un obiettivo di ancora più ampio raggio: lo sviluppo del Mezzogiorno, a cui è destinata una fetta ingente delle risorse.

Non ci resta che attendere pazientemente ulteriori conferme e i decreti attuativi.

Continua a seguirci e non perderti gli approfondimenti sui nostri social!

    Contattaci se l'argomento è di tuo interesse

    Ho preso visione delle informazioni sulla Privacy policy

    Acconsento OPEN S.R.L. in qualità di Titolare, all’invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta, newsletter,
    compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale con modalità di contatto automatizzate e tradizionali da parte del Titolare