18 Febbraio 2019

Credito R&S: novità e chiarimenti sulla documentazione contabile

Con la Circolare n. 38584 del 15 febbraio 2019, il Mise ha fornito e chiarito alcuni dettagli relativi all’obbligo di certificazione della documentazione contabile delle aziende che intendono fruire del credito d’imposta R&S

Nel dettaglio il Mise scrive quanto segue:

“con specifico riferimento all’onere di certificazione della documentazione contabile, si precisa che con le modifiche introdotte dalla Legge di Bilancio 2019, con effetto dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2018, il legislatore ha stabilito, da un lato, che sono tenute alla certificazione anche le imprese obbligate per legge al controllo legale dei conti (in precedenza esonerate) e, dall’altro, che l’adempimento di tale onere costituisce condizione (formale) per il riconoscimento e l’utilizzo del credito d’imposta”.

“Ai fini del riconoscimento del credito d’imposta, l’effettivo sostenimento delle spese ammissibili e la corrispondenza delle stesse alla documentazione contabile predisposta dall’impresa devono risultare da apposita certificazione rilasciata dal soggetto incaricato della revisione legale dei conti.” A sua volta, il comma 8 dello stesso articolo 3, così come integrato dall’ art.1, comma 70, lettera e), della Legge di Bilancio 2019, dispone che il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione “…subordinatamente all’avvenuto adempimento degli obblighi di certificazione previsti dal comma 11.”

    Contattaci se l'argomento è di tuo interesse

    Ho preso visione delle informazioni sulla Privacy policy

    Acconsento OPEN S.R.L. in qualità di Titolare, all’invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta, newsletter,
    compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale con modalità di contatto automatizzate e tradizionali da parte del Titolare