Consulenza aziendale sulla Crisi di Impresa e dell'Insolvenza

Piani industriali e controllo di gestione sono un obbligo. Con il giusto supporto e la consulenza opportuna possono divenire un’opportunità di sviluppo.

QUALI SONO GLI OBBLIGHI PER LE IMPRESE PREVISTI DAL CODICE DELLA CRISI

Il D.lgs. 14/2019 ha riformato la materia delle procedure concorsuali fallimentari riscrivendo termini, condizioni e procedure per gestire ma soprattutto prevenire le crisi d’impresa.

L’art. 375 del Codice della Crisi di impresa e dell’insolvenza ha infatti introdotto il comma 2 dell’art. 2086 c.c., secondo cui l’imprenditore, che operi in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato per prevenire le crisi e la perdita della continuità aziendale.
L’art. 13 introduce un sistema di allerta attraverso strumenti e indici che per principio diano evidenza della sostenibilità dei debiti per almeno i sei mesi successivi.

Gli obblighi riguardano tutte le società, a prescindere dal fatto che siano esse di capitali o di persone.

ADEMPIERE AGLI OBBLIGHI DEL CODICE È UN'OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE

Per rispettare gli obblighi previsti dal nuovo Codice occorre procedere nel seguente modo:

Certificare che l’organizzazione aziendale sia adeguata ai principi della norma

Dotarsi di questi strumenti:

A. Piano industriale e Business Plan
B. Budget economico e di cassa
C. Controllo periodico degli scostamenti e degli indici di rischio economico finanziario (indici di allerta) approvati dal MISE

L’utilizzo, inoltre, di tali strumenti diventa un nuovo standard riconosciuto e richiesto da tutti gli stakeholder che interagiscono con le società: i clienti e soprattutto gli istituti di credito. Questi ultimi, in particolar modo, misureranno il merito creditizio in funzione dell’adozione degli strumenti di pianificazione e controllo. Il loro buon utilizzo garantirà una gestione sana e consapevole dell’azienda.

Le aziende seguite dal nostro team adottano questi strumenti già da molti anni.
L’obbligo normativo dev’essere colto come un’opportunità anche dalle aziende che ancora oggi non ne fanno uso, perché sono fondamentali per garantire il controllo ed il dominio dell’impresa.

LA NOSTRA CERTIFICAZIONE

Il dossier digitale che certifica che la tua azienda ha adottato gli strumenti previsti dal Codice

In ogni caso rilasciamo un dossier digitale di adeguamento avvenuto, da aggiornare come prevede la norma ogni tre mesi. Il dossier contiene la certificazione dell’assetto organizzativo, il business plan, il budget, il budget di cassa il monitoraggio degli indici di allerta e, pur se non obbligatori, anche il rating bancario e lo scoring del fondo centrale di garanzia.

Le responsabilità a carico degli imprenditori che non si adeguano e quindi non adottano gli strumenti indicati sono personali. Essi infatti rispondono di danni ai creditori, possono essere revocati, e nei casi di crisi tale comportamento diventa un reato in quanto tale perseguito.

Cosa possiamo fare per te

Perché sceglierci

Grazie alla consulenza del team esperto in materie ingegneristico-finanziarie ti aiutiamo e guidiamo nella definizione degli assetti organizzativi ed economici più adeguati.
Elaboriamo per te il piano industriale fissando degli obiettivi coerenti con la tua vision imprenditoriale, andando a definire e misurare le attività economicamente sostenibili. Allo stesso tempo, ti dotiamo di strumenti di monitoraggio per verificare e formalizzare periodicamente l’esistenza delle condizioni necessarie per la continuità aziendale come prevede il codice di riforma.

Scopri tutte le opportunità del nuovo Codice della Crisi di Impresa

Scrivici

In quale settore opera la tua azienda?

Scopri gli altri strumenti per gli adeguare la tua azienda alle ultime normative del settore.