NUOVO BANDO POLI DI INNOVAZIONE: BANDO PRISM-E

LEGGE DI BILANCIO 2019 (LEGGE 30 dicembre 2018, n. 145.)
3 Gennaio 2019
SOCCORSO AMMINISTRATIVO OPEN: DI CHE SI TRATTA?
17 Gennaio 2019

NUOVO BANDO POLI DI INNOVAZIONE: BANDO PRISM-E

La Regione Piemonte, con Determinazione Dirigenziale n. 593 del 12 dicembre 2018 ha approvato il Bando PRISM-E, una Misura che incentiva la realizzazione da parte di Pmi (e di Grandi imprese che collaborino con le PMI) di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale negli ambiti individuati dalla Strategia regionale di specializzazione intelligente e, in particolare, nelle tematiche proposte alla Regione – e contenute nelle proprie Agende Strategiche di Ricerca – da parte dei Poli di Innovazione piemontesi.

Le domande per l’accesso a tale bando potranno essere presentate fino  alle ore 17.00 del giorno 08/03/2019.

Beneficiari:

Il bando è rivolto a:

  • Micro, Piccole e Medie imprese (MPMI)
  • Grandi Imprese, a condizione che collaborino con almeno una MPMI
  •  End User (pubblici , o privati senza scopo di lucro) nei limiti del 10% massimo dei costi ammissibili di progetto e limitatamente alle sole spese di personale.

Ciascun soggetto potrà presentare al massimo 3 domande.

Ambiti di intervento:

progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale dovranno essere coerenti con i settori individuati dalla Strategia di Specializzazione Intelligente (S3) regionale del Piemonte e dovranno ricadere all’interno delle aree tematiche proposte dai Poli di Innovazione regionali.

I progetti dovranno essere presentati da una partnership di aziende e dovranno avere le seguenti dimensioni:

  • minimo 300.000,00€ qualora il raggruppamento sia composto da sole MPMI
  • minimo 600.000,00€ nel caso in cui partecipi almeno una GI.

I progetti dovranno essere realizzati in 24 mesi dalla data di concessione delle agevolazioni, prorogabili fino ad un massimo di 30 mesi.

Costi ammissibili:

I costi ammessi sono riferiti alle spese effettuate dopo la presentazione telematica della domanda.

L’agevolazione è suddivisa obbligatoriamente nel seguente modo:

  • contributo a fondo perduto a sostegno delle spese di personale, spese per apporti in natura e spese generali. L’ammontare di tali costi dovrà rappresentare almeno il 25% del costo totale di progetto ammesso riferito al singolo beneficiario;
  • finanziamento agevolato a sostegno delle spese per consulenze, strumenti e attrezzature, materiali e viaggi, erogato con le seguenti caratteristiche:
    – 70% fondi POR FESR 2014/2020, a tasso zero;
    – 30% fondi bancari, alle condizioni previste da apposite convenzioni stipulate dagli istituti bancari con Finpiemonte S.p.A. L’ammontare di tali costi dovrà rappresentare almeno il 25% del costo totale di progetto ammesso riferito al singolo beneficiario

L’intensità massima di aiuto è di 35%-60% a seconda della dimensione dell’azienda.

Per maggiori informazioni o una consulenza:

Scrivici Chiama

Comments are closed.