COSTI ACCESSORI IPERAMMORTAMENTO: BONUS ESTESO AI COSTI SOSTENUTI NEL 2016

TECNONIDI: BANDO PER LA REALIZZAZIONE DI INVESTIMENTI A CONTENUTO TECNOLOGICO NEL TERRITORIO DELLA REGIONE PUGLIA
12 Dic 2017
RISOLUZIONE N° 152/E DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE
18 Dic 2017

COSTI ACCESSORI IPERAMMORTAMENTO: BONUS ESTESO AI COSTI SOSTENUTI NEL 2016

Un articolo pubblicato su Il Sole 24 Ore di oggi fa riferimento alla possibilità di estendere il bonus dell’iperammortamento anche ai costi accessori sostenuti nel corso del 2016.

Nel costo dell’investimento fiscalmente rilevante si comprendono anche gli oneri accessori di diretta imputazione, quindi è possibile fruire dell’iperammortamento anche per i costi portati ad incremento, a condizione che essi siano stati correttamente trattati sul piano contabile e di bilancio.

Spesso gli investimenti agevolabili ultimati nel 2017, hanno comportato il sostenimento di spese accessorie e preparatorie nel corso degli esercizi precedenti. Di conseguenza è lecito chiedersi se anche questi costi possano beneficiare dell’iperammortamento: la risposta è affermativa.

Ad esempio nel caso di un investimento in un macchinario consegnato e collaudato nel corso del 2017, i lavori preparatori saranno iniziati nel corso del 2016. I costi accessori sostenuti per l’implementazione del macchinario, sono stati sospesi nel bilancio 2016 nella voce “immobilizzazioni in corso e acconti”; una volta che l’investimento è stato realizzato, gli stessi costi traslocano in bilancio per essere trasferiti nella voce “impianti” delle immobilizzazioni materiali e ammortizzati come un unico investimento.

Questi costi accessori di diretta imputazione sostenuti nel 2016 relativi all’investimento iperammortizzabile sono anch’essi compresi nel bonus.

Comments are closed.